Donne di Ferro

di Società San Vincenzo di Cuneo

OBIETTIVO RACCOLTA: Il progetto prevede l'accompagnamento e la formazione al lavoro delle donne in difficoltà ospiti della comunità alloggio Casa Madre della Speranza di Cuneo, con l'obiettivo di realizzare una stireria aperta a tutti.

530 €
Raccolti
5
Donatori

Perchè

Per queste persone, la ricerca di un’occupazione è spesso particolarmente problematica per mancanza di qualifica e di esperienze professionali significative, oltre che per l’assenza di una rete sociale forte; allo stesso tempo, senza un lavoro, le possibilità di recuperare autonomia si annullano ed aumenta il rischio che esse tornino a trovarsi in condizioni a rischio.  La difficoltà maggiore riscontrata è sempre quella di aiutare le ospiti della Casa a reperire il lavoro. La mancanza di lavoro provoca nelle donne una sensazione di impotenza perché si percepiscono incapaci di riprendere in mano la propria vita; l’inattività genera spesso nella donna accolta  trascuratezza di sè, pessimismo e talvolta anche  depressione. Per questi motivi quando arrivano offriamo loro un percorso formativo presso una lavanderia sociale. Cosi nasce l'idea di metterle alla prova e sperimentare uan stireria alternativa "StirAmica"" 

Come

Svolgere qualche ora di lavoro volontario in  “StirAmica” è funzionale al progetto dell’accoglienza in quanto propedeutico al reperimento di un lavoro ed è gesto di restituzione e ringraziamento per quanto ricevuto dalla comunità. 

Immaginiamo che sia un servizio che, se strutturato in modo funzionale, possa avere un buon riscontro nei fruitori ed essere per loro, utile e comodo. Si tratterà di un servizio a domicilio prelevando i panni e riportandoli stirati.

Gli eventuali fruitori del servizio di stireria sapranno che attraverso quell’attività sostengono donne che stanno vivendo un periodo di fatica, e ciò conferisce un valore aggiunto al presente progetto.

Non è previsto un tariffario specifico perché l’attività si sosterrà in base alle offerte che in coscienza e liberamente le persone che richiedono il servizio, vorranno fare all’Associazione . Tali offerte verranno accantonate e messe a disposizione delle donne che presteranno volontariato, all’interno di progetti solidaristici impostati dal Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese, nell’attività di stireria. Le somme serviranno per sostenere le spese necessarie al passaggio in autonomia delle stesse (es: versamento cauzione alloggio, allacciamento utenze, acquisto strumenti o mezzi trasporto…).

La sperimentazione della stireria "StirAmica" darà modo di verificare la fattibilità e la sostenibilità dell’attività nella prospettiva dell’apertura di un’attività commerciale, eventualmente gestita da una cooperativa con possibilità che questa sia svolta in locali idonei messi a disposizione dal Consorzio.

Dove

Il progetto si svilupperà intorno a “Casa Madre della Speranza”, struttura gestita dalla San Vincenzo di Cuneo, che ospita donne in difficoltà. Si tratta di donne che necessitano di essere accolte in situazione di emergenza o per un breve periodo (massimo sei-otto mesi), durante il quale sono stimolate a ritrovare la propria indipendenza economica. 

Il progetto è stato avviato in collaborazione con il Servizio Inserimenti Lavorativi del Consorzio Socio Assitenziale del Cuneese ed è stato finanziato dalla Fondazione CRC nell'ambito del Bando EmergenzaPovertà 2016, dalla Federazione Nazionale Società di San Vincenzo de Paoli, dalla Fondazione Cagnasso di Alba e da benefattori privati.

Si ringrazia infine la Parrocchia el Sacro Cuore di Cuneo che mette a disposizione gratuitamente i locali sede dell'accoglienza,